Messaggio del 6 Dicembre 2017

"Cari figli, la Madre Maria Immacolata, Madre di tutti i Popoli, Madre di Dio, Madre della Chiesa, Regina degli Angeli, Soccorritrice dei Peccatori e Madre Misericordiosa di tutti i figli della terra, ecco, figli, questa sera viene a voi per dirvi da Madre a figli: "FIGLI, CUSTODITE OGNI COSA DI DIO NEI VOSTRI CUORI, CUSTODITE LE SOFFERENZE CHE MIO FIGLIO HA PATITO PER ARRIVARE A MORIRE SULLA CROCE, AFFINCHE' LA TERRA FOSSE REDENTA DAL PECCATO".


Figli, questo e' tempo di riflessione, questo e' tempo di comprendere che, attraverso la Morte dell'Unigenito Figlio di Dio, l'anima vostra vivrà in eterno!
Tenete bene in mente la Passione di Gesù Cristo e, se non tenete bene in mente tutte le sofferenze di Gesù, ciò significa che lo strappo da LUI è definitivo!
COME POTETE, FIGLI MIEI, NON PENSARE A CIO' CHE HA SOFFERTO MIO FIGLIO PER REDIMERE LE VOSTRE ANIME?
SE COSI' FOSSE, ALLORA SIETE DEI FIGLI INGRATI!
Voi vi allontanate da Mio Figlio, ma Mio Figlio con lo sguardo vi cerca costantemente e soffre vedere i figli che vanno su tutte le strade intrise di peccato e di malvagità e, quasi con cura, evitare la strada che porta a LUI e a Me come Madre, vedere i figli che fanno ciò, duole il Cuore.
IO SONO MADRE, IO SONO LA VOSTRA PRIMA MADRE, IO SONO LA VOSTRA MADRE SPIRITUALE, IO SONO LA MADRE CELESTE E COME MADRE DESIDERO GUIDARE I FIGLI SEMPRE SULLA VIA DEL BENE, SULLA VIA DELLA SALVEZZA E, SE VOI NON PERCORRERETE LA STRADA CHE VI PORTA ALLA SORGENTE VIVA, ALLORA, FIGLI MIEI, RIMARRETE SEMPRE NELLA TENEBRA NERA.
FIGLI, LASCIATE CHE MIO FIGLIO VI ILLUMINI, AFFINCHE' POSSIATE USCIRE DALLA TENEBRA E POSSIATE CUSTODIRE OGNI SUA PAROLA NELLE VOSTRE ANIME!
LODE AL PADRE, AL FIGLIO E ALLO SPIRITO SANTO.
Figli, la Madre Maria vi ha veduti tutti e vi ha amati tutti dal profondo del Suo Cuore.
FIGLI, NON VI PERDERO' DI VISTA FINO A QUANDO NON VI SAPRO' INNAMORATI DEL VOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO!
Vi benedico".
PREGATE, PREGATE, PREGATE!

LA MADONNA ERA VESTITA TUTTA DI AZZURRO, SUL CAPO PORTAVA LA CORONA DI DODICI STELLE E SOTTO I SUOI PIEDI VI ERA UN GRANDE TABERNACOLO CON LA PORTA APERTA.